Menu top servizio
Media   |   Lavorare in BCC Roma   |   News   |   Links
 
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su YouTube Seguici su Instagram Seguici su Google++
 
Banner
Sede BCC Roma - via Sardegna
 

Il Credito Cooperativo

La prima Cassa Rurale del nostro Paese venne costituita nel 1883, su iniziativa di Leone Wollemborg, a Loreggia in provincia di Padova.  
logo news
Le Casse Rurali ed Artigiane sorsero numerose nel periodo a cavallo tra la fine dell'800 e il ‘900 soprattutto ad opera di cooperatori ispirati dal Magistero sociale della chiesa, con lo scopo di facilitare l’accesso al credito alle fasce umili delle popolazioni rurali, sottraendole all’usura e fornendo loro strumenti di affrancamento dalla miseria.

Dopo le difficoltà tra le due guerre mondiali, il Credito Cooperativo ha mostrato una grande ripresa dagli anni ’50 in avanti dando il suo contributo alla rinascita post-bellica nelle zone più svantaggiate. Nel 1993 il Testo Unico Bancario riforma la disciplina delle Casse Rurali e sancisce il cambiamento di denominazione in Banche di Credito Cooperativo, avviando una nuova fase di modernizzazione e riorganizzazione del sistema BCC.

La Legge n. 49 dell’8 aprile 2016 ha riformato il sistema del Credito Cooperativo con l’obiettivo di integrare maggiormente le BCC italiane e rispondere in maniera adeguata ai nuovi contesti di mercato, nonché alle sollecitazioni normative che vengono dall’Europa.

Ogni BCC dovrà aderire a un Gruppo Bancario Cooperativo, sottoscrivendo un contratto di coesione che disciplinerà i doveri e le responsabilità della Capogruppo e delle BCC aderenti.
La Capogruppo svolgerà un’azione di direzione e controllo, con due obiettivi: 
  • sostenere la capacità di servizio delle BCC
  • garantirne la stabilità.
     
 
Numero Banche 289 (318 nel 2016)
Sportelli 4.256 (4.317 nel 2016)
Soci 1.274.568
Clienti Oltre 6,1 milioni
Dipendenti 35.200 (compresi quelli delle società del Sistema)
Raccolta diretta da clientela 158,4 miliardi (-1,4% su base annua)
Impieghi economici alle imprese 79,5 miliardi (-2,7%) 
Crediti deteriorati/impieghi  18,0%
Patrimonio 19,4 miliardi CET 1 Capital ratio 16,7%













Al 31 dicembre 2017


Il Credito Cooperativo italiano è attualmente composto da 289 banche locali indipendenti, ma legate tra loro in un sistema a rete.
All’interno di questo sistema BCC Roma è la maggiore per dimensioni, volumi intermediati e patrimonio.

bannerino
roma territorio e resposabilitæ#224; sociale
MEDIA