Informazione

Informazione

 
BCCRoma che vai, Italia che trovi
27/07/2020
Poggio Mirteto, terra d'olio
Poggio Mirteto, terra d'olio
Poggio Mirteto, terra d'olio

Poggio Mirteto (Podium Myrtetum) è un borgo della Bassa Sabina.

Si trova nella valle del Tevere, su un colle alle falde del monte San Cosimo: un territorio caratterizzato da ampie distese di uliveti. Ha, infatti, una grande tradizione nella produzione dell’olio di oliva della Sabina, primo olio in Italia a ricevere il riconoscimento D.O.C. e primo D.O.P. italiano, in ordine di tempo, a ottenere tale certificazione.

Fu fondato nella prima metà del Duecento dagli abitanti di alcuni castelli vicini, che si riunirono per ragioni difensive.

Fu possedimento dell'Abbazia di Farfa e, nel Cinquecento, passò prima sotto il dominio della potente famiglia dei Farnese e, successivamente, della Camera apostolica. Fu quindi proprietà degli Orsini, dei Mattei, dei Bonaccorsi per essere infine incorporato nello Stato Pontificio.

Fra la fine del '700 e durante l'Ottocento diventò il principale centro economico e culturale della zona. Nel 1837 ottenne da Gregorio XVI il titolo di città.
Prese parte ai moti per l'unità d'Italia e il 27 febbraio 1861 fu annesso al neonato Regno d'Italia.
La Banda di Poggio Mirteto partecipò, al seguito di Giuseppe Garibaldi, alla sfortunata Campagna dell'Agro Romano per la liberazione di Roma del 1867.

No Help