Informazione

Informazione

 
BCCRoma che vai, Italia che trovi
23/02/2022
La città di Vicovaro
Immagine Vicovaro
Immagine Vicovaro

Vicovaro è una cittadina in provincia di Roma. Si trova sulle propaggini meridionali dei monti Lucretili.

I primi insediamenti umani risalgono all’epoca preistorica.

L’abitato attuale sorge sui resti dell'antica Varia, città fortificata degli Equi, conquistata dai Romani nel 304 a.C.

A causa della sua posizione strategica lungo la via Valeria, subì numerosi attacchi da parte dei Longobardi.

Nell'877 i Saraceni costrinsero la popolazione ad abbandonare la città sulle cui rovine, nel sec. XII, si formò il villaggio di Vico Varie.

Nel 1191 papa Celestino III donò Vicovaro agli Orsini, conti di Tagliacozzo e Albe, che lo fortificarono e lo ampliarono, trasformandolo nel vero avamposto di Roma.

Vicovaro mantenne la propria importanza strategica anche nei secoli successivi.

Il castello ospitò il cardinale Giacomo Orsini, Martino V Colonna e Pio II.

Nel 1494 fu luogo di incontro tra Alessandro VI Borgia e Alfonso II d'Aragona per decidere le sorti d'Italia nell'imminente invasione di Carlo VIII di Francia. Sotto Gian Giordano Orsini (1457-1517) ebbe un discreto sviluppo urbanistico.

Nel 1503 Vicovaro sostenne gli assalti del Valentino, ma venne conquistata nel 1556 dal duca d'Alba viceré di Napoli, alleato dei Colonna contro il papa, che la recuperò nel 1577.

Nel 1692, dopo cinquecento anni di ininterrotto dominio, gli Orsini vendettero Vicovaro per la somma di 66.000 scudi, a Paolo e Ferdinando Bolognetti, gli ultimi proprietari del feudo.