Menu top servizio
Media   |   Lavorare in BCC Roma   |   News   |   Links
 
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su YouTube Seguici su Instagram Seguici su Google++
 

TAEG Affidamenti in Conto Corrente

Le nuove Disposizioni di Vigilanza emanate da Banca d’Italia in materia di trasparenza bancaria prevedono la classificazione della clientela in tre differenti categorie: 

  • Consumatori
  • Clientela al dettaglio
  • Altri

La categoria “Clientela al dettaglio” ricomprende: 

  • Consumatori
  • Persone fisiche che svolgono attività professionale o artigianale 
  • Enti senza finalità di lucro 
  • Imprese che occupano meno di 10 addetti e realizzano un fatturato annuo o un totale di bilancio annuo non superiori a 2 milioni di euro.

A maggior tutela della “Clientela al dettaglio” le sopra citate nuove Disposizioni di Vigilanza in materia di trasparenza prevedono alcuni adempimenti. 

In particolare, nei casi in cui la banca offra contratti di apertura di credito che prevedano l’applicazione della Commissione sul Fido Accordato, la banca è tenuta a pubblicare sul proprio sito internet un algoritmo di calcolo che consenta un’agevole determinazione dei costi complessivi relativi agli affidamenti in conto corrente. 


A questo scopo la nostra Banca ha messo a disposizione lo strumento “Calcolo TAEG”.

L’utilizzo dello strumento è semplice ed immediato.
A fronte dell’inserimento di tutti i dati della linea di credito desumibili dal foglio informativo: 

  • Tasso di interesse ed oneri ulteriori 
  • Importo 
  • Durata del rapporto

viene calcolato in automatico il TAEG, espresso in termini percentuali e su base annua.

Si ricorda che:

  • la Commissione di Istruttoria Veloce (CIV), addebitata su base trimestrale, si applica a condizione che, nell’arco del trimestre, si generino, per effetto di uno o più addebiti, sconfinamenti o incrementi di sconfinamenti preesistenti, avuto riguardo al saldo disponibile di fine giornata. La CIV è dovuta esclusivamente nei casi in cui la banca, in base alle proprie procedure interne, prima di autorizzare lo sconfinamento, svolga un’istruttoria veloce
  • la Commissione sul Fido Accordato (CFA) remunera l'obbligo della banca, in forza di un contratto di apertura di credito firmato con il cliente, di mantenere una determinata somma a disposizione dello stesso per il periodo di tempo pattuito, indipendentemente dall’effettivo utilizzo della somma stessa.
    La CFA è omnicomprensiva e calcolata in maniera proporzionale rispetto all’importo e alla durata dell’affidamento.

Per una verifica dei dettagli e dei prodotti ove le commissioni suddette vengano previste, occorre fare riferimento ai relativi Fogli Informativi disponibili presso gli sportelli della Banca e consultabili nella sezione Trasparenza Bancaria.


colonna lancio depubblicata [stile inline]