Menu top servizio
Media   |   Lavorare in BCC Roma   |   News   |   Links
 
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su YouTube Seguici su Instagram
 
Feed Icon

News da BCC Roma

 
17/01/2020 La nostra offerta
Avviso sospensione rate mutuo - eventi meteo novembre 2019

Avviso ai residenti nei Comuni e nelle Province colpite dagli eventi meteorologici di novembre 2019


Si comunica che è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 299 del 21 dicembre 2019 l’Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile - Capo della Dipartimento della Protezione Civile n. 622 del 17 dicembre 2019, dedicata ad “Interventi Urgenti di Protezione Civile in conseguenza degli eccezionali eventi metereologici che nel mese di novembre hanno colpito i territori delle Regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Puglia, Toscana e Veneto (“Ordinanza”)”.

In particolare l’art. 4 (“Sospensione dei Mutui”) dell’Ordinanza ha stabilito che gli eventi metereologici che hanno colpito le regioni sopra elencate costituiscono forza maggiore ai sensi e per gli effetti dell’art. 1218 del codice civile, pertanto ha previsto il diritto alla sospensione delle rate dei mutui, per i clienti titolari di mutui ipotecari o chirografari relativi a edifici sgomberati destinati ad abitazione principale, abituale e continuativa, ovvero di mutui relativi alla gestione di attività di natura commerciale ed economica, anche agricola, svolte nei medesimi edifici, fino al ripristino dell’agibilità o dell’abitabilità del predetto immobile e comunque non oltre la data di cessazione dello stato di emergenza.

Ciascun cliente, potrà optare per la sospensione dell’intera rata del finanziamento, ovvero della sola quota capitale.

In caso di sospensione dell’intera rata del mutuo (quota capitale + quota interessi) i costi di sospensione saranno calcolati in base alla formula contenuta nel Documento Tecnico allegato all’Accordo del 18 dicembre 2009 tra l'ABI e le Associazioni dei consumatori in tema di sospensione dei pagamenti, c.d. “Piano Famiglie” (debito residuo x tasso d’interesse contrattualmente pattuito x periodo di sospensione calcolato in giorni/365). Gli interessi così maturati nel periodo di sospensione verranno ripartiti in quote di pari importo da corrispondere (senza applicazione di ulteriori interessi) insieme alla residue rate di ammortamento del mutuo.

In caso di sospensione del pagamento delle sole quote capitale delle rate del mutuo, dovranno essere pagate alle scadenze convenute le quote interessi, che verranno calcolate, durante il periodo di sospensione, sul debito residuo in linea capitale del mutuo alla data della sospensione medesima, al tasso d’interesse contrattualmente pattuito. In ogni caso la sospensione comporterà il prolungamento della durata del mutuo per un periodo pari a quello della sospensione, immutate restando tutte le altre condizioni economiche e normative del contratto di mutuo, con particolare riguardo alle modalità di adempimento, alle conseguenze in caso di inadempimento.

La sospensione non produce l’applicazione di interessi di mora per il periodo di sospensione, a meno che l’intestatario del mutuo non adempia al pagamento delle quote interessi alle scadenze originarie, nel caso di sospensione della sola quota capitale.

Al fine di ottenere la sospensione il cliente dovrà presentazione una domanda entro il 28 febbraio 2020, accompagnata da autocertificazione del danno subito, resa ai sensi del D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni ed integrazioni, presso la propria agenzia di riferimento, optando tra la sospensione dell’intera rata o della sola quota capitale. Resta inteso che, nel periodo di sospensione, non si procede con alcuna segnalazione di insoluto alle Banche Dati, relativa alle rate sospese. Il personale di Agenzia è disponibile per tutte le informazioni.

                                                             Banca di Credito Cooperativo di Roma soc. Coop.

Roma, 17 gennaio 2020

Banner laterale