Informazione

Informazione

 
BCCRoma che vai, Italia che trovi
27/07/2020
Roma, Alessandrino: quartiere in rinascita
Roma Alessandrino: quartiere in rinascita
Roma Alessandrino: quartiere in rinascita

È un quartiere di Roma Est, fra Tor Sapienza e Centocelle.
Un quartiere che si sta rinnovando.

Negli ultimi anni sono state realizzati ampie edifici moderni nuove vie e la Dives in Misericordia, la chiesa a forma di veliero progettata da Richard Meier.

Oggi è tra le aree individuate dal Comune per promuovere l’identità locale e i processi di riqualificazione della periferia.

Prende il nome dall’acquedotto Alessandrino, realizzato nel 220 d.C. dall’imperatore Alessandro Severo.

Lo sviluppo urbanistico dell'area, che nell’Ottocento era proprietà del Capitolo di Santa Maria Maggiore e della famiglia Torlonia, comincia all’inizio del Novecento.

Il nucleo originario nasce spontaneamente lungo viale della Borgata Alessandrina, oggi Viale Alessandrino.

Era popolato prevalentemente da artigiani e ferrovieri che vivevano in condizioni precarie a causa dell’assenza di servizi primari come acqua, luce e fognature.

Nel 1939 si sviluppa una nuova zona, progettata dall'architetto Roberto Nicolini: iil Quarticciolo, quartiere rovente durante l’occupazione di Roma, grazie ai numerosi partigiani, ai combattenti e alla banda del Gobbo del Quarticciolo che controllava l'area.

Nel 1962 il Piano Regolatore ha regolarizzato la precedente situazione di abusivismo.

No Help