Informazione

Informazione

 
BCCRoma che vai, Italia che trovi
06/11/2020
Centocelle, l'Upper East Side della Capitale
Roma Centocelle
Roma Centocelle

Centocelle è un quartiere popolare di Roma, tra via Prenestina, viale Palmiro Togliatti, via Casilina e via Tor de’ Schiavi. Qui le strade hanno nomi dei fiori: via delle Rose, dei Gelsi, dei Ciclamini, delle Robinie, dei Gerani, piazza dei Mirti, delle Gardenie.

Qui Pier Paolo Pasolini ha girato Accattone.

Oggi, grazie anche alle tre fermate della metro C e a numerosi progetti di riqualificazione urbana è diventato simile all’Upper East Side newyorkese, con bistrot, i locali per gli aperitivi, ristoranti di cucina ricercata, centri culturali, librerie.

Il nome deriva da “Centum Cellae”, cittadella militare fatta costruire dall’imperatore Costantino I per alloggiare gli” Equites Singulares Augusti”, i cento migliori cavalieri della guardia imperiale, e i loro cavalli.

Il suo sviluppo è legato alla presenza dell’aeroporto - oggi intitolato a Francesco Baracca -, entrato in funzione nel 1909 quando Wilbur Wright fece una serie di dimostrazioni del Flyer. Sorsero le abitazioni del personale militare, ufficiali e sottufficiali dell'aeroporto.

Durante la Seconda guerra mondiale tutta la zona subì numerose incursioni aeree alleate. L’espansione urbanistica inizia nel secondo dopoguerra, lungo via Casilina. Qui vengono ad abitare operai, artigiani, piccoli commercianti, contadini e tranvieri.

Negli anni ‘40 punti centrali del quartiere sono piazza dei Mirti e via dei Castani, costeggiate da piccole case basse. Nasce in questi anni il Borgo Ragazzi don Bosco, centro educativo e ricreativo per i numerosi ragazzi del quartiere.

No Help