Informazione

Informazione

 
BCCRoma che vai, Italia che trovi
24/06/2021
Veternigo e il graticolato romano
Immagine Veternigo
Immagine Veternigo

Vertenigo è una frazione di Santa Maria di Sala (VE).

Sorge tra il fiume Muson Vecchio e il rio Veternigo.

Il toponimo, probabilmente di origine latina, potrebbe derivare da: vetrinius, luogo per gli animali da lavoro; Vetrinus, nome di un centurione romano, proprietario del fondo; veter vicus, vecchio borgo o, infine, vetus, terreno vecchio, coltivato da molto tempo.

Nel territorio sono stati rinvenuti numerosi reperti archeologici, ma la storia di Vertenigo è poco nota.

Qui sorgevano le “motte”, rilievi del terreno, probabilmente naturali, utilizzati dai paleoveneti per proteggere il villaggio dalle alluvioni del fiume Muson.

La centrale via Desman corrisponde all’antico decumanus Maximus (asse stradale che correva in direzione est-ovest) del graticolato romano, uno dei segni più evidenti della centuriazione romana, attuata nel I secolo a.C.
Il terreno veniva diviso in centurie, quadrati di circa 710x710 metri, da ripartire in poderi destinati ai coloni, spesso legionari in congedo.

Si hanno notizie dell’esistenza, fin dal 1300, di una antica Cappella.

L’attuale chiesa risale al 1866 ed è dedicata alla Trasfigurazione e a San Sebastiano, patrono della cittadina 

No Help