Informazione

Informazione

 
BCCRoma che vai, Italia che trovi
16/09/2021
Quartiere romano Boccea, tra papi e cardinali
Immagine quartiere Boccea
Immagine quartiere Boccea

Boccea è una zona residenziale del quartiere Aurelio.

Il nome, con ogni probabilità, deriva dal termine latino buxus, ovvero gli arbusti di bosso molto diffusi in zona.

Durante l'epoca romana l'area fu caratterizzata dalla presenza di numerose saline.

Aveva una vocazione agricola che si trasformò in residenziale in seguito allo sviluppo di importanti vie di comunicazione, come via Cornelia e via Aurelia, che collegavano Roma con le colonie toscane e liguri.

Dopo la caduta dell'Impero romano, Boccea fu tra i pochi insediamenti dell'area a mantenere una certa importanza.

Nei secoli successivi fu fortemente interessata dalla presenza papale che è rimasta impressa nell’urbanistica, nell’architettura, nella toponomastica.

Tra il 1400 e il 1600 sorsero le grandi ville volute da vescovi e cardinali: da Villa Carpegna a Villa Sacchetti.

Negli ultimi dieci anni un flusso consistente di migranti ha cambiato il volto del quartiere, rendendolo più vivo e intraprendente.

Il simbolo della zona è il Forte Boccea, uno dei 15 forti di Roma. Costruito tra il 1877 e il 1881 è stato un carcere giudiziario militare fino al 2005.

No Help