Informazione

Informazione

 
Italia da scoprire - Palazzi e Castelli
09/08/2022
Le terme del Bullicame a Viterbo
Immagine Bullicame
Immagine Bullicame

Il Bullicame è una sorgente di acqua solfurea-solfato-bicarbonato-alcalino-terrosa, situata appena fuori Viterbo, vicino all'aeroporto.

Sgorga da un cratere naturale a una temperatura che sfiora i 58°, dando vita a un laghetto turchese.

Il nome deriva dal verbo “bullicare” che significa “bollire”.

Utilizzata come bagno termale fin dall’epoca etrusca, la sorgente è documentata fin dal primo Medioevo, quale punto di passaggio lungo la Via Francigena.

Dante la cita nel XIV Canto dell’Inferno nella Divina Commedia, paragonando i vapori sulfurei sprigionati dalle sue acque alle cupe atmosfere degli inferi.

I bagni termali furono visitati da illustri personalità, quali Gregorio IX nel 1350, Niccolò V nel 1450, Michelangelo e De Montaigne (1580-1581). Furono distrutti più volte, dai Lanzichenecchi nel 1527 e da una grande inondazione nel 1706.

Le Terme del Bullicame sono attualmente fruibili gratuitamente tutti i giorni.