Informazione

Informazione

 
BCCRoma che vai, Italia che trovi
27/10/2022
Ferentino, città nel Frusinate
Immagine chiesa Ferentino
Immagine chiesa Ferentino

Ferentino sorge su colle che domina la vallata del fiume Sacco. Ha origini pre-romane, come testimoniano le imponenti mura ciclopiche e l’acropoli.

Secondo la leggenda fu fondata dal dio Saturno.

Di origine Volsca, fu conquistata dai romani intorno al 400 a.C., e poi occupata dagli Ernici, che ne fecero il loro “oppidum primarium”.

Ritornata sotto il dominio romano nell’ultimo secolo della Repubblica, la città visse un periodo di pace e prosperità: in epoca imperiale, fu scelta dalla nobiltà romana come luogo di riposo e svago per la vicinanza all'Urbe, il clima favorevole, le sorgenti di acque sulfuree e il grande teatro.

La fine dell’Impero Romano segnò la decadenza della città. Nel XII secolo iniziò la sua ricostruzione - materiale, civile, politica e sociale - favorita anche dal proliferare dei grandi monasteri di Casamari, Montecassino, Subiaco, Trisulti, Fossanova. Ferentino diventò un libero Comune.

Dopo la metà del 1500 la città fu espugnata dagli Spagnoli, perdendo splendore e grandezza.

Nel 1798 fu occupata dalle truppe franco-polacche.

Durante la seconda guerra subì pesantissimi bombardamenti.
Nel corso degli anni ’60 e ’70 vi fu una forte espansione economica dovuta all’industrializzazione.